Come trovare un buon bilanciamento tra lavoro e vita privata?

Una delle cose più difficili da gestire per noi lavoratori non ha a che fare con il lavoro ma con quello che facciamo al di fuori dal lavoro, ovvero la nostra vita privata. Le persone con un impiego a tempo pieno passano la maggior parte della giornata in ufficio o sul proprio posto di lavoro. Finita la giornata lavorativa ci restano poche ore per fare le cose che ci piacciono, per mangiare, per passare del tempo con amici, figli o parenti e per ritrovare le nostre energie. Ma non sempre riusciamo a staccare i pensieri e a rilassarci del tutto. A volte può essere molto difficile separare ‘casa’ da ‘lavoro’.

Ti è mai successo di pensare a quella riunione durante il fine settimana, di rispondere alle mail di lavoro prima di andare a letto, di ricevere chiamate dal tuo capo a colazione? Anch’io facevo molta fatica a lasciare il lavoro al lavoro ma ho capito, volente o nolente, che è fondamentale trovare un buon equilibrio tra le due cose.

You are not your job

È molto calzante la citazione “You are not your job”, del film Fight Club, che racconta la grande difficoltà a non diventare un tutt’uno con il nostro ruolo professionale, e a non trascurare quello che siamo nella nostra vita privata. Non sei soltanto un avvocato, un’estetista o un commercialista, sei molto di più! Quando avverti uno sbilanciamento del genere nella tua vita potresti sentirti ansioso, inadeguato e insoddisfatto.

Il primo passo verso un equilibrio più sano è quello di chiarire i tuoi limiti e confini. Prima con te stesso e poi con i tuoi responsabili, colleghi e parenti. Non vuoi essere raggiungibile 24 ore su 24 o avere altri impegni extra-lavoro? Definisci bene in quali orari puoi essere disturbato e concorda in modo chiaro con tutte le persone coinvolte cosa possono aspettarsi da te.

Ordine fisico e mentale

Per aiutarti a gestire la giornata lavorativa al meglio è importante dare una giusta priorità alle cose da fare, eventualmente con una to-do list in modo da uscire dal lavoro soddisfatto. Poter depennare delle cose dalla tua lista non è una cosa meravigliosa? Prova a non fissarti sulle cose che non sei riuscito a fare ma invece sulle cose che hai concluso. Cerca di essere il più organizzato possibile e evita di rimandare le cose a un secondo momento. Sappiamo tutti che questo momento spesso non arriverà mai. L’ordine mentale e fisico aiuta a diminuire lo stress e ad aumentare l’efficienza.

Via con la tecnologia

Un’altra sana abitudine è quella della technology detox ovvero di prenderti dei momenti in cui non sei collegato a smartphone, PC o altri mezzi tecnologici. Prova a mettere da parte la tecnologia quando torni a casa dopo il lavoro. Staccare lo sguardo dallo schermo ti aiuta a vedere quello che c’è intorno a te, a interagire con le altre persone e a non avere troppi stimoli. Non sarebbe più bello fare una chiacchierata con il nostro ragazzo/a invece che sfogliare Instagram o Facebook?

Crea il tuo rituale

Un consiglio che ho trovato molto utile è quello di creare un rituale da seguire ogni volta che torni a casa, in modo da avere un tuo momento di stacco tra lavoro e casa. Non devono essere cose grandiose, basta per esempio prepararsi una tazza di tè, mettere le pantofole più comode che hai o accarezzare il tuo gatto sul divano. Anche lo sport o la musica possono essere degli ottimi modi per calmare la testa e lasciare alle spalle lo stress lavorativo.

Gli appuntamenti con te stesso

Siamo abituati a riempire la nostra agenda prima con gli impegni lavorativi, poi con quelli familiari e infine (forse) con le cose che piacciono a noi. E spesso le cose che piacciono a noi slittano in fondo alla lista delle priorità. Con quali conseguenze? Non riusciamo a farle e ci sentiamo in colpa e insoddisfatti. Quante volte ti è capitato per esempio di non andare in palestra, al cinema o al museo perché hai fatto tardi al lavoro?

Una soluzione a questo problema è quella di programmare in anticipo i tuoi impegni personali e, solo successivamente, quelli professionali. Metti in agenda gli appuntamenti che fai con te stesso, blocca degli spazi in cui potrai fare qualcosa che ti fa stare bene. Anche delle piccole cose. Non è sempre facile e gli imprevisti possono capitare ma è importante che questi appuntamenti diventino una regola, non un lusso.

Ti sembra un’impresa impossibile? Non scoraggiarti. Comincia con dei piccoli passi, una piccola abitudine per volta e piano piano l’equilibrio migliorerà.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Una risposta a “Come trovare un buon bilanciamento tra lavoro e vita privata?”

  1. Io lavoro da casa e spesso mi è capitato di non riuscire a dividere le due cose, provando un forte stress. Mi sono costruita una tabella di marcia, con cui separare per bene le aree della mia vita: lavoro, poi c’è il momento dedicato alla formazione (anche corsi online, corsi da remoto, aggiornamenti professionali, corsi per la sicurezza sul lavoro per non trovarmi mai impreparata ecc…) e poi – a un orario preciso – mollo tutto e torno alle mie passioni e alla mia famiglia.
    Bisogna trovare il proprio equilibrio, ogni tanto sembra difficile ma dopo alcuni tentativi si supera sicuramente l’ostacolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie

Eventi

Newsletter

Vuoi ricevere periodicamente la mia newsletter contenente articoli del blog, esercizi e spunti interessante?