Come ricarichi le tue energie?

In questo novembre un po’ piovoso ma caldo ci prepariamo all’arrivo dell’inverno, quello vero. Siamo in quel periodo dell’anno in cui ci ritiriamo un po’ in noi stessi, il tempo rallenta e facciamo i conti con l’anno che sta finendo per dare spazio ai sogni che abbiamo per l’anno prossimo.

È un periodo di riflessione ed è un ottimo momento per ascoltare te stesso e per ricaricare le tue energie. Energie che ti serviranno nel lavoro, nella vita di famiglia e per realizzare la tua crescita personale. Per non dimenticare le energie che ti serviranno durante il periodo Natalizio. Avere un buon livello energetico ti aiuta a essere più efficace, più performante, a diminuire lo stress e a vivere una vita più felice. Infatti, dovremmo dedicare del tempo alla nostra batteria interna durante tutto l’anno!

Come puoi aumentare la carica della tua batteria?

Ci sono molti modi per ricaricare le tue energie ed è importante capire quali sono i modi più adatti al tuo stile di vita. Non ci sono modi giusti o sbagliati, basta che funzionino per te. A molte persone piace per esempio fare sport, meglio se all’aria aperta, da solo o in gruppo. Ma anche le attività più tranquille vanno benissimo, come la scrittura o il disegno, la meditazione, le serie televisive, il giardinaggio, l’uncinetto… Spesso le cose che richiedono un lavoro manuale aiutano a distogliere i pensieri e a rilassare la mente. Per esempio l’altra settimana mio marito si è rilassato molto mentre aggiustava un tosaerba. Mentre una mia amica va pazza per i puzzle con migliaia di pezzi minuscoli!

Dare ed avere

A volte la presenza di altre persone ti ricarica tantissimo, soprattutto se sono amici o parenti. Altre volte non fanno altro che succhiare le tue energie come se fossero dei vampiri. Dipende dal tuo stato d’animo, dalle tue esigenze e quelle degli altri. Per esempio, passare una giornata a giocare con i tuoi nipoti può essere stancante ma anche stimolante. Mentre una telefonata con la tua amica piena di lamentele può essere veramente sfiancante. Funziona un po’ come un conto corrente: a volte accumuli, a volte prelevi. L’importante è non andare al verde per lunghi periodi (esattamente come ti direbbe la tua banca) ed avere una buona consapevolezza del tuo “saldo energetico” attuale. Va misurato ogni giorno e tenuto sotto controllo, anche con delle mini-dosi giornaliere.

L’energia delle piccole cose

Sono proprio le piccole cose quotidiane che mi ricaricano tantissimo. Certo, è bello fare una lunga vacanza o un weekend in montagna ma anche nella vita di tutti i giorni cerco di alimentarmi di piccole gioie. Questa settimana per esempio mi sono ricaricata con:

  • Un pomeriggio a guardare serie su Netflix
  • Fare una piccola sessione di meditazione
  • I video di cani e gatti su Facebook, quelli stupidi che mi fanno ridere tantissimo
  • I piatti caldi e invernali, tipo zuppe, pizzoccheri, dolci speziati
  • Una videochiamata con le mie nipotine olandesi
  • Una cena con amici alla scoperta della cucina Nepalese
  • Mettere le mie pantofole preferite (sono poco sexy, lo so, ma non posso farne a meno!)

E tu, come ti sei ricaricato questa settimana?